Ispirazione alla moussaka


Per l’ultimo pranzo con amici, ho comprato mezzo litro di latte nel caso qualcuno avesse voluto macchiare il caffè. Ovviamente, nessuno ha voluto il caffè.
Davide mi ha suggerito di farne una besciamella. Se lui può mangiare un’intera pirofila di besciamella senza battere ciglio, perché ne è ghiotto, io dopo due cucchiai esplodo; quindi ho pensato di googlarla e la prima ricetta che è venuta fuori è stata quella della moussaka.
Nessun greco si offenda, ma ho fatto una rivisitazione della ricetta, più veloce ed italiana, che Davide, che ha anche origini greche, si è letteralmente spazzolato.

Ingredienti:
1 melanzana
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
350 gr di macinato di manzo
1 vasetto di conserva di pomodoro
parmigiano grattugiato
rosmarino
1 bicchiere di vino rosso
olio extravergine d’oliva
sale q.b.
pepe q.b.

Per la besciamella:
500 ml di latte (andrebbe intero così è più saporita, ma io ho usato quello parzialmente scremato)
50 gr (2 cucch. abbondanti) farina
50 gr di burro
noce moscata
1 cucch. di parmigiano grattugiato
sale q.b.

In una pentola mettete a soffriggere con un filo di olio la cipolla tritata e la carota e il sedano, che avrete lavato e tagliato a cubetti piccoli. Una volta che la cipolla sarà dorata aggiungete la carne. Fatela cuocere a fuoco vivace per alcuni minuti, quindi sfumate con il vino e aggiungete il rosmarino, il pomodoro, salate e pepate a piacere. Abbassate il fuoco e lasciate che il vino e l’acqua della carne si assorbano, mescolando di quando in quando perché non si attacchi. Il tempo di cottura è di circa 20 minuti.
Tagliate la melanzana a fettine di circa mezzo centimetro e cuocetele su una griglia ben calda. Nella moussaka le melanzane vanno fritte insieme alla patate, che vanno a formare il primo strato di questo squisito piatto, io ho optato per la griglia e ho abbandonato la patata perché ho avuto un super attacco di pigrizia e perché è estate e vorrei andare almeno una volta al mare senza sentirmi un pallone. Vi assicuro che è venuta bene comunque. Una volta cotte conditele con un pizzico di sale e un filo d’olio, ma davvero un filo.
Per la besciamella, mio cavallo di battaglia, dovete innanzitutto scaldare il latte e quindi preparare il roux. Era una vita che volevo darmi un tono dicendo: “Oggi ho fatto il roux!”. Non divaghiamo. Il roux è un impasto di burro e farina. In un pentolino mettete il burro a sciogliere. Una volta sciolto toglietelo dal fuoco ed aggiungete la farina setacciata a pioggia. Togliete il latte dal fuoco e unitelo piano piano al roux mescolando energicamente con la frusta, in modo che si amalgami il tutto. Rimettete quindi la besciamella sul fuoco e aggiungete un pizzico di sale (assaggiate per capire se è salata a sufficienza mi raccomando), la noce moscata e il parmigiano. Una piccola nota, la besciamella classica non ha il parmigiano, ma in questo caso io l’ho aggiunto per darle un gusto più deciso.
A questo punto avete tutto pronto e non vi resta che comporre il vostro piatto.
In una teglia oliata, fate un primo strato con le melanzane, quindi versate la carne, ed infine stendete sopra la besciamella e cospargetela di parmigiano a piacere.
Infornate a 180° per circa un’ora. In ogni caso sarà pronta quando sopra avrà fatto una bella crosticina dorata.

Prima di servirla lasciatela freddare una decina di minuti e gustate!

Commenti

Post più popolari