Struccolo de pomi di Trieste

Sono un'amante della tradizione e sono dell'idea, condivisa da molti, che se non conosci le tue radici difficilmente puoi sperimentare e creare l'innovazione. Insomma se non ci sono le basi, non si va da nessuna parte.
Oggi ho deciso di preparare lo Struccolo de Pomi dolce tipico della cultura culinaria triestina.
Diceva Pellegrino Artusi, parlando dello strudel: «Non vi sgomentate se questo dolce vi pare un intruglio nella sua composizione e se dopo cotto vi sembrerà qualche cosa di brutto, come un’enorme sanguisuga, o un informe serpentaccio, perché poi al gusto vi piacerà».
Lo struccolo, o anche strucolo, è un dolce di origine austriaca, entrato a far parte della tradizione triestina e delle cucine di tutte le mamme e le nonne di Trieste. 
In casa di Davide l'addetto alla preparazione dei dolci è suo papà Luciano, triestino patocco e pasticcere sopraffino. 
Sperando di essermi almeno avvicinata alla bontà della sua ricetta, ecco come ho preparato il mio strucolo.

Ingredienti:
300 gr di farina 1
100 gr di zucchero
sale un pizzico
50 gr di burro
acqua tiepida q.b.
3 mele (io avevo delle stark delicious in casa)
100 gr di uva sultanina
40 gr di pinoli
pangrattato q.b.
1 limone (sia il succo che la buccia grattugiata)
cannella in polvere q.b.
2 cucch. di latte
zucchero a velo
Per prima cosa prepariamo la pasta. Impastate la farina con un cucchiaio di zucchero, il burro, un pizzico di sale acqua tiepida, quanto basta per ottenere un impasto omogeneo, simile alla frolla come consistenza. Lasciatelo quindi riposare in frigo coperto con della pellicola trasparente per circa un'ora. 
Nel frattempo lavate, sbucciate e tagliate a fettine le mele, mettendole in una ciotola con il succo del limone. 
Prendete la pasta dal frigo e stendetela su un foglio di carta forno con un po' di farina il più sottile possibile. 
Quindi mettete nel centro della pasta le mele, un po' di pangrattato così da non avere un ripieno troppo umido, l'uvetta, i pinoli, lo zucchero rimasto, la buccia del limone e la cannella.
Sollevate con delicatezza i bordi e chiudete il vostro struccolo, spennellando con il latte la superficie. Infornate a 220° per circa 20 minuti.
Una volta tiepido, cospargetelo di zucchero a velo.
Da leccarsi i baffi! 

Commenti

Post più popolari