Mi è scappato un uccelletto

Oggi voglio proporvi un classico della cucina italiana, che troviamo in molte varianti a seconda della regione che propone la ricetta: gli uccelletti scappati, il cui nome deriva dalla forma di questi involtini infilzati in uno stuzzicadenti.
Ecco come si preparano a casa mia.

Ingredienti per 4 persone:
8 filetti di vitello
1 etto e mezzo di prosciutto crudo (io prediligo il Parma, ma va benissimo anche il San Daniele ed un più nostrano prosciutto crudo di Montagnana)
foglie di salvia
olio evo q.b.
una noce di burro
sale q.b.
pepe q.b.
farina q.b.
mezzo bicchiere di vino bianco

Tagliate a metà le fettine di vitello e su ogni metà adagiate una fettina di prosciutto e una o due foglie di salvia. 
Arrotolate la fettina così da ottenere un involtino ed infilzatelo con uno stuzzicadenti. Ripetete questo procedimento fino a terminare la carne.
In una pentola antiaderente, mettete a scaldare l’olio e il burro (no, vi prego non fate quegli occhi strabuzzati, ho detto proprio olio e burro). Una volta caldi, mettete a cuocervi gli uccelletti, facendoli rosolare a fuoco medio. A fine cottura aggiungete il vino e fatelo sfumare, sale, una grattata di pepe e, infine, una spolverata di farina così da ottenere un’ottima salsa.
Servite ancora caldi con un contorno saporito, io vi consiglio delle cipolline in agrodolce, che si sposano perfettamente con gli uccelletti.
Tutto molto buono!

Commenti

  1. Risposte
    1. Con la polenta è la morte sua, anche se non essendo una ricetta originariamente veneta, io ci vedrei meglio un classico purè:

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari