Il sartù di patate

Qualche settimana fa è stato il compleanno di mio papà e, visto che si trattava di un traguardo anta tondo tondo, ho deciso di preparargli uno dei suoi piatti preferiti, il sartù di patate per l'appunto.
Questa è una ricetta che mia nonna Rosetta ha sempre cucinato e che almeno una domenica al mese riempiva il mio molto capiente pancino di bambina paffuta e golosa.
Ecco la mia ricetta.

Ingredienti:
1 kg di patate
1 hg di prosciutto cotto (mia nonna ci mette la mortadella)
120 gr di mozzarella
120 gr di scamorza affumicata
120 gr parmigiano reggiano
noce moscata q.b.
pangrattato q.b.
burro q.b.
2 uova
sale q.b.
pepe q.b.

Lavate le patate e mettetele a cuocere in acqua bollente salata per circa mezz'ora. Quando saranno pronte, scolate e privatele della buccia. Con uno schiacciapatate o un passa verdure riducetele a un purea in una capiente ciotola. 
Lasciatele un attimo da parte e tagliate a listarelle il prosciutto e a cubetti la mozzarella e la scamorza. Aggiungete alle patate le due uova, la scamorza, la mozzarella e 100 grammi di parmigiano, la noce moscata e il prosciutto. Aggiustate di sale e aggiungete una grattata di pepe. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Imburrate e cospargete di pangrattato una pirofila di vetro e su questa adagiate il vostro sartù, aiutandovi a livellarlo con una spatola. Cospargete con il restante parmigiano e qualche ricciolo di burro. Mia nonna aggiunge anche un tre uova sode, ma io ho pensato di mantenermi leggera (Ah ah ah che battutona!).
Infornate a 180° per i primi 15 minuti e poi alzate a 200° per gli ultimi 15 minuti, così che si formi una bella crosticina.
Servite ancora caldo.
Da leccarsi i baffi!

Commenti

Post più popolari