Burger Buns per "La verità sul caso Harry Quebert" di Joël Dicker


«I grandi scrittori non dovevano preoccuparsi di chiedere niente: dovevano avere la mente sgombra per poter creare in pace. Probabilmente, il libro che il signor Quebert stava scrivendo, e gli appunti che prendeva per ore, sempre seduto allo stesso tavolo, erano le premesse di un grande capolavoro, e ben presto si sarebbe parlato del Clark’s in tutta la nazione. E Tamara Quinn sperava che quel libro portasse al suo ristorante la notorietà che secondo lei meritava: con gli incassi avrebbe aperto un altro locale a Concord, poi altri a Boston, New York e in tutte le grandi città della costa, giù fino alla Florida».
Aurora, New Hampshire, primavera 2008, Marcus Goldman, giovane scrittore, è bloccato e non riesce a dare vita al suo secondo romanzo. Decide quindi di stare un po’ di tempo dal suo mentore e amico Harry Quebert. Ancora non lo sa, ma il suo nuovo libro lo sta aspettando e lo catapulterà nell’estate del 1975, quando scomparve la giovane Nola Kellergan, la lolita di Aurora.
In questo giallo, Joël Dicker tiene con il fiato sospeso il lettore dalla prima all’ultima pagina, lo porta alla scoperta della natura umana, tra amore, invidia, pregiudizio, amicizia, passione e morte.
La verità sul caso Harry Quebert è un libro che va letto divorando un hamburger bello lurido, magari in una tavola calda come il Clark’s di Tamara Quinn, l’oste di Aurora.
Per un hamburger come si deve è necessario partire dal pane, vediamo, quindi, come preparare i nostri panini.


Ingredienti per 8 panini:
300 g farina ‘00
150 g farina manitoba
50 g zucchero
1 bustina di lievito di birra secco
30 g burro
2 uova
180 g acqua
1 cucch.ino sale

Nella planetaria, o in una ciotola, mettiamo le farine setacciate, lo zucchero, il lievito e girate bene. Aggiungiamo il burro a temperatura ambiente, un uovo e l’acqua tiepida. Accendiamo la planetaria a potenza media, oppure iniziamo ad impastare prima con l’aiuto di un cucchiaio, poi con le mani.
L’impasto deve essere lavorato per almeno dieci minuti. Aggiungiamo quindi il sale ed impastiamo pe altri dieci minuti, fino ad ottenere un impasto liscio e morbido.
Prendiamo una ciotola e ungiamola con olio, formiamo una palla con l’impasto e lasciamola nella ciotola a lievitare per circa due ore, coperta da un po’ di pellicola trasparente. L’impasto raddoppierà di volume. Dividiamo il nostro impasto in 8 pezzi di eguale dimensione.
Lavoriamo ogni panino creando una pallina e mettiamoli su una teglia coperta di carta forno, schiacciandoli leggermente con la mano. Copriamo con un canovaccio e lasciamo riposare per un’ora.
Spennelliamoli con l’altro uovo sbattuto e cuociamo in forno statico a 170° per 15 minuti, fino a quando non saranno ben dorati.
Farciamoli con quello che più ci piace: un succulento burger, insalata, pomodoro, bacon croccante, salse di ogni genere, formaggio. Insomma diamo sfogo alla nostra fantasia.



Commenti

Post più popolari